Antispam Software Development Kit


o

Call Us At +1-650-437-6581

Progettata per endpoint, reti e implementazioni cloud

Rileva i pericoli di spam

Intelligent Antispam Technology

Bitdefender usa una combinazione di filtri antispam e tecnologie predittive per creare l'Intelligent AntiSpam Technology. Alcune componenti sono: Filtraggio URL, Filtraggio immagini, Filtri per determinati caratteri, Blacklist URL spam in tempo reale e Blacklist in tempo reale, mentre altre componenti utilizzano la probabilità matematica e altre tecniche per distinguere i messaggi legittimi con un minimo numero di falsi positivi.

Rilevamento antispam basato sul cloud

Tutti i messaggi e-mail sono inviati al Cloud antispam di Bitdefender per determinare se i file siano spam o phishing, oppure per verificare se contengano link dannosi. Impedisce le ondate di spam, aggiornando le tecnologie antispam automaticamente, per fornire tutte le ultime possibilità di rilevamento.

Configurazioni flessibili

È possibile eseguire la scansione di e-mail e file, oppure del buffer di memoria, per determinare se un messaggio e-mail sia spam, dannoso o legittimo. Gli Antispam SDK consentono all'utente di controllare i tassi di rilevamento in base ai risultati delle informazioni precedenti. Esaminando le informazioni storiche, l'amministratore può apportare modifiche alla soglia di rilevamento.

Richiede poche risorse

L'uso della memoria e dell'unità di elaborazione centrale (CPU) è sensibilmente ridotto, poiché tutte le elaborazioni sono a carico del Cloud antispam di Bitdefender. Inoltre, non c'è alcuna necessità di aggiornare le firme, poiché l'intero rilevamento viene completato nel Cloud antispam. La tecnologia thin client consente di avere un ingombro ridotto, minimizzando anche la quantità di risorse usate nel dispositivo.

Prestazioni pluriacclamate

I motori antimalware di Bitdefender hanno conquistato numerosi riconoscimenti, ma non sono gli unici. La tecnologia antispam di Bitdefender ha ricevuto ben 31 certificazioni VBSpam consecutive e 9 certificazioni VBSpam+ consecutive dal gennaio 2012. Per ottenere la certificazione VBSpam+, è necessario rilevare il 99,5% dello spam senza alcun falso positivo: una sfida decisamente impegnativa.